Skip to content

Venezia United

9 aprile 2010

Era l’estate del 2005 quando in città si sentì parlare per la prima volta di Public Company. La parabola iniziata con il gran tradimento di Mister Emmezeta terminava con la farsa di Luigi Gallo ed il fallimento del club arancioneroverde. Fu così che un gruppo di tifosi, di ex campioni arancioverdi, di sportivi cittadini si assunse l’onere di cercare di dare un futuro al calcio veneziano. Nacque così VENEZIAUNITED.

Un progetto redatto dall’Avv. Giovanni Albanese di Sport Consulting e pensato per dare risposte innovative alla crisi economica e di credibilità del calcio italiano. L’idea originale, innovativa ed economicamente sostenibile è stata male interpretata da chi contava di più in città credendo si trattasse di un’idea utopica che esulasse dalla presenza di capitali dell’imprenditoria per essere sostenuta solo da un’azionariato popolare su scala ridotta. Invece di svilupparla si è preferito affidare tutto ai Poletti con gli esiti che ben conosciamo.

Nel frattempo l’idea PUBLIC COMPANY si diffonde anche in Italia e prende corpo in maniera significativa a Roma sulla base di grandi esperienze maturate all’estero e in particolare in Inghilterra con il sostegno della stessa Unione Europea e della UEFA. Ulteriormente significativo il fatto che, sia a Roma che da altre parti, si citi il percorso fatto a suo tempo proprio a Venezia come fonte di ispirazione.

Oggi la storia sembra ripetersi: dalla fondazione del FBC UNIONE dalla dirigenza si sente parlare di PUBLIC COMPANY, di AZIONARIATO POPOLARE, e poi si scopre che il nostro FBC UNIONE attira solo banditi come gli Anemone-Agnolin…il miraggio del business sul Quadrante di Tessera attira solo pescecani. Il nostro futuro, il futuro del calcio arancioneroverde , ora più che mai, è nelle nostre mani: la PUBLIC COMPANY non è un’utopia ma il solo progetto possibile per dare certezze e concrete possibilità di sviluppo al FBC UNIONE VENEZIA. Per portare la nostra città a livelli di assoluta eccellenza sportiva.

Ora la cosa approda anche sul grande schermo con una trasmissione speciale di Report dove si parlerà di azionariato popolare come modello alternativo all’attuale gestione del calcio italiano e internazionale. Stasera, domenica 11 aprile infatti, in prima serata su Rai 3, proprio Report trasmetterà un’inchiesta sull’argomento realizzata tra Londra, Manchester, Modena e Roma.

La trasmissione presenterà la rete di SUPPORTERS DIRECT che sta dando vita a numerose PUBLIC COMPANIES nel mondo del calcio europeo. Una straordinaria occasione per capire a cosa VENEZIAUNITED si ispira, per fugare ogni dubbio sulla sostenibilità economica e sportiva di un progetto del genere.

E proprio i rappresentanti della rete di SUPPORTERS DIRECT sarnno presto nostri ospiti in città, assieme ai massimi rappresentanti UEFA che sostengono la proprietà diffusa dei club calcistici come una priorità del calcio europeo, per la presentazione ufficiale del COMITATO per VENEZIAUNITED che raccoglie già l’adesione di molti tifosi. Un Comitato che si prefigge un unico scopo: trasformare il sogno in realtà. Si puo’ fare! GHEA PODEMO FAR!

per informazioni: info@veneziaunited.com

Annunci
2 commenti leave one →
  1. Tony permalink
    18 aprile 2010 6:14 pm

    United…? United…? ma che lingua zè?

  2. Tony permalink
    18 aprile 2010 6:15 pm

    *un tifoso che vive in Francia e pronto a diventare azionario!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: