Skip to content

Domani debutto al Penzo

11 settembre 2009

Finalmente si torna a giocare sul manto del gloriso Pier Luigi Penzo. Dopo la bella vittoria sulla Pro Sesto nell’andata dei play-out dello scorso 31 maggio, l’Unione torna a giocare nel suo stadio, il 12 settembre alle ore 15, più di tre mesi dopo. Lo fa nell’anticipo della seconda giornata del campionato di Serie D contro il Domegliara, “capolista” in coabitazione con altre quattro squadre dopo la sonante vittoria per 3-0 contro la Manzanese nella prima giornata. Questa sfida, quasi inutile dirlo, sarà del tutto inedita: se da un lato il Venezia in Serie D ci gioca appena per la quarta volta nella sua secolare storia, per il Domegliara l’Interregionale è invece un traguardo storico, conquistato appena due stagioni fa vincendo il campionato d’eccellenza veneto 2007/2008. La squadra rossonera del Valpollicella è uno dei diversi esempi di piccole realtà (ovvero comuni di poche migliaia di abitanti) dotate di un buona base finanziaria alle spalle, situazione tipica dei gironi B e C, D della Serie D (quindi Lombardia, Triveneto ed Emilia-Romagna prevalentemente), che fa contrasto alla situazione del Venezia o di altri club del centro-sud Italia, dove piazze di città medio-grandi (come Messina, Trapani, Latina, L’Aquila, Chieti, Matera, oltre ai recenti casi di Avellino e Pisa) stentano nel dilettantismo pur vantando una grande o discreta storia calcistica e un buon pubblico a supporto. E’ il calcio dei soldi che si sta espandendo verso il basso: anche in quinta serie (che non a caso da dilettantistica è divenuta semi-professionistica) fattori come grandezza della città, storia del club e bacino di utenza si inchinano di fronte all’imprenditore del paesetto o cittadina che con i suoi ingenti utili commerciali o industriali forgia una squadra, talvolta a sua immagine e somiglianza (pensate al Bassano che si chiama 55 Soccer Team non perchè sia stato fondato nel 1955 ma per questioni legate al marchio del suo proprietario), capace di scalare la piramide calcistica magari fino alla Serie C o B, pur senza un grande seguito e priva di una tradizione alle spalle. Ce la faranno domani l’Unione e i 1500 del Penzo a superare le ambizioni del Domegliara, o, in altre parole, del gruppo immobiliare Clerman, che costruisce complessi con piscina e veduta panoramica nelle colline del Garda, con ingresso indipendente, giardino di proprietà, taverna e mansarda nel sottotetto? Per fortuna, alla fine, la parola andrà sempre al campo e agli spalti e, indipendentemente dal risultato, domani l’Unione e i suoi tifosi saranno protagonisti nella loro casa, il Penzo.

Annunci
One Comment leave one →
  1. giacomo permalink
    12 settembre 2009 11:44 am

    Speremo ben!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: