Skip to content

Poletti è addio?

20 maggio 2009

Definito l’accordo con la società inglese di Mr. Golban per la cessione delle azioni del Venezia.

Il club lagunare passerebbe nelle mani della Energy4Europe per una cifra che si aggirerebbe attorno ai 4 milioni di euro. Fondamentale nella trattativa la mediazione del sindaco Massimo Cacciari che ha voluto evitare di ripetere il fallimento.

Il Venezia passa nelle mani degli inglesi. La notizia, anche se manca la conferma delle parole del presidente Arrigo Poletti, è comunque attendibile e garantita da fonti istituzionali.
Ieri, data fissata dal sindaco lagunare Massimo Cacciari con i fratelli trentini, azionisti di maggioranza del Venezia, per incontrare gli emissari di mister Shahrdad Golban, amministratore delegato della Energy4Europe, multinazionale del settore dell’energia alternativa e con sede operativa a Londra, pare si sia consumato l’ultimo atto di una trattativa tutt’altro che facile ma che, grazie all’intervento del sindaco, si sarebbe conclusa accontentando entrambe le parti.
L’ostacolo, fin a subito, era soprattutto quello economico. Poi, anche un problema di quote e di potere. I Poletti, però, alla fine, visto il loro disperato bisogno di soldi freschi hanno dovuto cedere e lasciare che alla
guida della società lagunare si possa insediare, nei prossimi giorni, un proprietario persiano ma che parla bene l’inglese e che, probabilmente, in Laguna non ci viene solo per il calcio.
L’azienda di Golban potrebbe utilizzare il calcio come base per attivare altri affari. Una multinazionale come l’Energy4Europe, in effetti, che parla il linguaggio dell’energia del futuro, alternativa, non inquinante, ben si sposerebbe, anche dal punto di vista ambientale, con la città. Ma facciamo un passo indietro. Il Venezia non paga i suoi giocatori da cinque mesi. I Poletti, sfumato l’affare Aeroterminal, hanno iniziato a battere in testa e a non rispettare più le promesse fatte quando, […], si assunsero di reggere da soli la società. Nel calcio se non ci sono i soldi non si fa strada. E così, complice la crisi economica, complici gli affari delle varie società che fanno capo ai fratelli trentini, complice anche le ultime due stagioni maledette della squadra a livello agonistico, quello che si sono trovati di fronte i Poletti è stato un precipizio da cui potevano fare solo una cosa: salvarsi chiedendo aiuto. Il sindaco Cacciari e l’assessore allo sport Sandro Simionato hanno fatto da cuscinetto nelle varie trattative. Memori del fallimento di qualche anno fa con la ormai nota gestione Gallo-Dal Cin, non volevano ripetere la beffa che avrebbe
portato il calcio veneziano tra i dilettanti, vista l’impossibilità di usufruire nuovamente del Lodo Petrucci. Le acciaierie bergamasche, il funambolico presidente del Mantova, Fabrizio Lori, solo voci. Poi è spuntato il curioso Mr. Golban. A Cacciari è piaciuto. I Poletti lo volevano a fianco, lui voleva tutto, non il 49%. Alla fine ha prevalso il soldo, il potere d’acquisto e per una cifra che dovrebbe aggirarsi sui 4 milioni di euro il Venezia da oggi dovrebbe parlare molto più inglese che trentino. Ora si attendono le notifiche, le conferme in calce, anche perchè il tempo è poco.
Domani è prevista la visita della Covisoc in sede. E, traguardo play out e salvezza a parte, l’importante è non far finire di nuovo nel burrone questa società.

.

Raffaele Rosa

Il Venezia

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: