Skip to content

Legnano – Venezia 3-1

5 maggio 2008

Campionato Serie C1/A

34esima giornata, 4 maggio 2008

Stadio Giovanni Mari, Legnano Milano

Arbitro: sig. Massimo Irrati di Pistoia

.

Marcatori: 3′ pt Antenucci, 10′ pt Ceccarelli, 34′ pt Taldo, 40′ pt Taldo

.

Il goal di Antenucci (foto Richiedi)

.

LEGNANO (4-4-2): Grillo; Maggioni, Legati, Battaglia, Avogadri; Ceccarelli, Valdifiori, Morandi (35’st Niceforo), Foglio (6’st Cilona); Taldo (3’st Mattioli), Lanteri.

All.: Egidio Notaristefano

VENEZIA (4-3-3): Alfonso; Pedrelli (36’st Grighini), Brevi O., Mei, Teoldi; Collauto, Drascek, Fornaio; Conean (14’st Gennari), Antenucci, Pepe (21’st Poggi).

All.: Michele Serena

.

________________________________

LEGNANO, MILANO – Si conclude anche la seconda stagione di Serie C1 dell’Unione arancioneroverde, in netto ribasso rispetto alle prestazioni e alla classifica finale riportate nello scorso torneo, quando in quel di Venezia vigeva il Di Costanzo show. Antenucci rende meno amara la sconfitta lasciandoci il suo pregevole goal di testa come ultimo bel ricordo di gloria arancioneroverde per l’estate senza calcio lagunare che ci attende.

Una partita iniziata col botto: cross liftato di capitan Collauto e incornata vincente di Antenucci. Il Venezia non gioca in maglia granata e si vede! Alla fine è sconfitta, perché nel giro di 35 minuti o poco più ne subiamo 3 dai lilla milanesi, ma mai come in questi casi l’importante era partecipare. Partecipare e vincere è qualcosa che tutti vorrebbero: il calcio, la storia e la vita sono ciclici, uno anno si arriva terzi in serie A, un altro anno, più recente, undicesimi, un anno si partecipa all’interregionale, un anno, questo, si chiude 12esimi in C1. È emozionante il saliscendi, accade a tutti ed è l’emozione del calcio e dello sport. Ci auguriamo di vedere un Venezia più competitivo l’anno prossimo, ma soprattutto e solamente ci si augura di vedere il Venezia in campo, veder giocare una squadra con la maglia del cuore, con i colori cari. Se il saliscendi non capita, è perché tramite il danaro non lo si fa capitare. Rimangono sempre lassù quelli là: e lasciamoli su, giriamo le spalle e continuiamo ad emozionarci seguendo il nostro magico Venezia!

Advertisements
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: