Skip to content

Paganese – Venezia 3-1

7 aprile 2008

Campionato serie C1/A, 30esima giornata

06 aprile 2008, ore 15:00

Stadio Marcello Torre, Pagani

Arbitro: Tasso di La Spezia

.

Marcatori: 1′ pt Fusco, 9′ pt Cantoro, 40′ pt Brevi E., 43′ st Cantoro


.

Emblematica la foto in copertina dell’edizione odierna de “Il Venezia”

.

Paganese (3-5-2): Botticella; Esposito, Lopez, De Giosa; Fusco, Marino, Cossu (1′ st Scarpa), Muwana, Fumai (9′ st Rega); Fanasca, Cantoro.

All.: Roberto Miggiano

.
Venezia (4-5-1): Lotti; Grighini (23′ st Mateos), Pesoli, Brevi O., Teoldi; Collauto (9′ st Pepe) , Mattielig, Brevi E., Drascek, Pradolin (9′ st Poggi); Antenucci.

All.: Michele Serena.

.

___________________________________________
PAGANI – Sono ancora sei i punti che separano il Venezia dalla zona play out. L’imperativo di queste ultime 4 partite e conservarli se non incrementarli, per la gioia del pubblico che continuerà a riempire il Penzo e a seguire in trasferta il Venezia, nonchè tutto il popolo arancioneroverde che ha a cuore le sorti di questa magica squadra.
.
Il Venezia non ama andare a Sud. O meglio, magari pure piace andare a giocare dall’altra parte dello Stivale, ma sicuramente a livello di risultati ciò non si è rilevato produttivo. Si conclude l’ultima partita giocata in Meridione con l’en-plein di sconfitte. Ma c’è di più: quella di Pagani, conclusasi con un secco 1-3, è anche la sconfitta più pesante assiema a quella di Cava de’ Tirreni, ottenuta un mese fa un ventina di chilometri più a sud-est.
La differenza di obiettivi si dice sia importantissima nel calcio così come in altri sport: l’augurio è quindi che la squadra ora, nella posizione in classifica in cui si trova, sappia di aver anch’essa un obiettivo importante per cui giocare, e cioè la salvezza diretta.
A Pagani la gara si è messa male sin dall’inzio. Prima azione importante della partita: dopo poco più di un minuto Grighini commette un fallo sulla trequarti destra di difesa. La Paganese batte quindi il suo primo calcio di punizione e lo fa con un pallone a spiovere a centro area, dove il lesto Fusco si inserisce e colpisce ottimamente di testa, insaccando nella porta veneziana.
Il Venezia subisce il colpo e non riesce a reagire. Passano otto minuti e con una rapida azione di ribaltamento, Cantoro si trova al limite dell’area con discreto spazio a disposizione, e con un rasoterra infila Lotti.
Da qui il Venezia inizia a prendere il controllo del possesso palla, anche se la supremazia territoriale non porta grandi frutti. Da segnalare una conclusione di destro da fuori area di Antenucci, unico attaccante in campo, con parata a terra di Botticella.
Bisogna attendere un calcio d’angolo al 40′ per vedere una chiara occasione, trasformata subito in rete dai veneziani con un perentorio colpo di testa di Ezio Brevi: il centrocampista stacca sul primo palo deviando così il corner di Collauto sul secondo palo, sotto all’incrocio.
Nel secondo tempo la partita scade di spettacolo. Gli innesti di Poggi e Pepe prima, e Mateos poi, non comportano grandi risultati, complice anche il mutato atteggiamento della Paganese, che aggiunge un difensore, Rega, in luogo di un centrocampista.
Al termine un contropiede della Paganese regala la gioia della doppietta personale a Cantoro e chiude di fatto una gara dall’elettrocardiogramma abbastanza piatto per i tifosi arancioneroverdi.
Advertisements
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: