Skip to content

Venezia – Manfredonia 1-2

31 marzo 2008

Campionato Serie C1/A, 30 marzo 2008

Stadio Pier Luigi Penzo, Venezia

29esima giornata

Arbitro: sig. Pizzi di Saronno

.

Marcatori: 31′ pt Pisciotta, 24′ st Arigò, 40′ st Veronese

.

ve-man.jpg

Il goal di Veronese (sulla destra) che accorcia le distanze a cinque minuti dal novantesimo.

.

Mattielig punta dritto alla porta (foto di Lucia Melcarne)

.

Venezia (4-4-2): Lotti; Grighini, Pesoli, Brevi O., Scantamburlo; Collauto (29′ st Fornaio), Mattielig (41′ st Pepe), Drascek, Pradolin (19′ st Veronese); Poggi, Antenucci.

All.: Michele Serena..
Manfredoni (4-4-2): Frison; Bortel, Pagliarulo, Bergamelli, Franco; Pisciotta (39′ pt Scarpitta), Burrai, Mineo, Arigò (43′ st Kras); Filippini (36′ st Genchi), Sau.
All.: Andrea Pensabene.
.
___________________________________
VENEZIA – Il Venezia viene domato sul proprio campo da un sorprendente Manfredonia che ritorna quindi in Puglia con un successo del tutto meritato. Per la squadra arancioneroverde (che continua a giocare con un falso storico come divisa) si tratta di una partita dannata: partiti con l’obbligo di vincere per rimanere attaccati ai playoff, i giocatori veneziani si sono fatti sorprendere dall’immediato e continuo arrembaggio dei sipontini.

Dopo un’iniziale fase di studio dal gioco abbastanza convulso, il Manfredonia che sono passati in vantaggio alla mezzora del primo tempo con un bellissimo tiro a giro di Pisciotta. Il Venezia fino a quel momento non aveva mai tirato in porta, mentre il Manfredonia aveva impegnato Lotti già due volte. Unico tentativo lagunare del primo tempo è il tiro cross di Pradolin parato in volo da Frison.

La ripresa assomiglia molto al primo tempo e ai veneziani sembra mancare le gambe al cospetto della freschezza del Donia. Pradolin ci prova di testa su inserimento centrale, ma la palla esce di poco sopra la traversa. Ribaltamento d’azione e Arigò compie un’egregia azione personale e tira due volte in porta: la prima conclusione viene ribattuta da Lotti, la seconda si insacca.
Qualche minuto più tardi Mattielig mette fuori la sua deviazione su cross dalla destra a pochi passi dalla porta. Il goal della bandiera arriva dopo un bel tacco filtrante in area di Poggi che serve il neo-entrato Veronese, il cui diagonale di destro si insacca nell’angolino basso alla sinistra di Frison. Nel finale un altro tiro di Veronese, questa volta di testa, esce di poco alto.
A termine della gara bisogna fare i complimenti al Manfredonia, squadra di scarse capacità finanziarie ma capace di costruire una squadra giovane e vivace, in grado di lottare fino in fondo per non retrocedere. Buona la prestazione dell’ex arancioneroverde Filippini, impiegato nel ruolo di seconda punta.
Quanto al Venezia, il campionato non è ancora finito, ci sono cinque partite ancora da giocare e potrebbe ancora arrivare qualche bella prestazione, vittoria e goal. Si tifa per questo, anche perché vincere solo e salire sempre di categoria non è possibile, calcio-business a parte.
.

.:risultati e classifica:.

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: